IL PADRONE DELLE FERRIERE?

Abbiamo appreso ieri che il sindaco del Comune di Matera, Raffaello De Ruggieri, ha deciso di interrompere il rapporto (fiduciario) di lavoro con la collega Antonella Ciervo, responsabile del servizio stampa di quella municipalità. Per il vero la collega, con molto tatto, ha annunciato la sua "non presenza" al servizio deell'amministrazione materana dalla fine di Settembre. Da Facebook (consultato da altri in famiglia e poi raccontatomi) si capisce chiaramente  che è stato proprio il primo cittadino a interrompere il rapporto. La cosa ci lascia sconcertati. Tutti i colleghi che operano in Puglia e in Basilicata conoscono la serietà professionale, la tempestività e l'attaccamento al lavoro di Antonella. E, sull'accaduto, bene ha fatto l'Assostampa lucana a chiedere un incontro per capire cosa sia successo e, vieppiù, chiedere l'applicazione delle norme previste dalla legge 150. Nell'attesa di conoscere altro sulla vicenda, va detto che un rapporto fiduciario ha in sé la caratteristica di poter essere interrotto (sia da una parte che dall'altra) in qualsiasi momento ma, vivaddio, con qualche segnale anticipatore di quanto potrebbe accadere e non così come è stato. Un Comune non è una ferriera e un sindaco non ne è il padrone. Né lui e tanto meno l'attuale ratatuille di "salvezza municipale" che, ci auguriamo, non abbia avuto alcuna responsabilità in merito. Nell'attesa di nuove, esprimiamo tutta la solidarietà possibile all'ottima collega Antonella Ciervo e le auguriamo altri e alti successi professionali.