PRENDETELANGURIA

Non c’è stato verso. Le cronache lucane riportano dell’iniziativa degli agricoltori che hanno deciso di provvedere al pagamento della rottamazione Equitalia con quello che hanno a disposizione. Guidati dall’instancabile Gianni Fabbris, coordinatore di “Altragricoltura” e di “Movimento Riscatto”, gli agricoltori hanno dato vita a una garbata e pacifica manifestazione davanti alla sede materana di Equitalia.

Armati di carrelli e cestoni per la raccolta della frutta, ricolmi dei prodotti di stagione (leggete angurie e meloni) hanno stazionato davanti agli uffici dei gabellieri, insistendo per pagare in cocomeri quanto dovuto all’ente esattore. A nulla sono valse le obiezioni del personale che ha cercato di far comprendere loro che il pagamento andava fatto in denaro e non in natura. Gli agricoltori sono stati irremovibili. A ogni rimostranza di Equitalia, hanno risposto “Prendetelanguria”…