RUOTI: LA SINDACO (GIUSTAMENTE) REAGISCE

Anna Maria Scalise, la sindaco di Ruoti, ha deciso di prendere carta e penna e scrivere, rispondendo alla ridda di polemiche e illazioni che si sono scatenate dopo le dichiarazioni (video) del sindaco uscente  Angelo Salinardi. Ha fatto bene, anche se un pò in ritardo. Il che non è mai bene quando si tratta di polemiche che, come si sa, vanno servite a caldo. Ecco il testo della prima cittadina. "Permettetemi di rivolgere un caloroso saluto a tutti voi, ma anche a tutti i cittadini di Ruoti residenti in altre parti dell’Italia e all’estero. A nome mio e di ciascun consigliere giunga un grazie sincero a tutta la popolazione per la fiducia e la stima accordataci. Nel momento in cui ci apprestiamo ad iniziare questa nuova esperienza amministrativa, mi sembra doveroso rivolgere un saluto particolare anche ai candidati consiglieri che non sono stati eletti, ai quali ribadisco che il loro contributo sarà essenziale nelle decisioni che prenderemo in futuro. Un caloroso grazie va a tutte le persone a me care, in particolar modo a mio marito e mia figlia, che hanno condiviso la mia candidatura e mi hanno sostenuta. È per me un grande onore ed anche una grande emozione assumere il ruolo di Sindaco di Ruoti : è questa la risposta che i cittadini di Ruoti hanno voluto dare. Questa amministrazione è espressione diretta della volontà della popolazione; e ci apprestiamo a governare Ruoti con buon senso e spirito costruttivo. Mi auguro dunque che il nostro operato sia immune dagli eccessi di carattere politico che hanno caratterizzato nel recente passato alcuni passaggi della vita amministrativa dell’opposizione. Eccessi che, oltre ad essere palesemente fuori luogo, non hanno portato nessun beneficio a questa comunità. Occorrono responsabilità e ragionevolezza nelle scelte delle priorità e dei bisogni. Per questo è necessario un forte impegno da parte di tutti, coinvolgendo ciascun componente del consiglio comunale e della società civile che a vario titolo si interessano della vita sociale del nostro paese. Le decisioni che prenderemo in Consiglio e in giunta vanno rispettate, ma soprattutto verranno comunicate alla collettività nei modi più consoni e diretti. Le porte del municipio saranno aperte a tutti, senza pregiudizi, egoismi e vendette. Avrò un continuo confronto con tutti voi, ed insieme a tutta la squadra sapremo ascoltare ed accogliere con disponibilità le vostre richieste. Solo attraverso uno sforzo unitario è possibile raggiungere quegli obiettivi di crescita civile, sociale ed economica ai quali sicuramente tutti indistintamente puntiamo. Occorrono intelligenza e senso di responsabilità per raggiungere gli obiettivi per i quali voi ci avete eletto. Se questo è il senso del nostro mandato e se questo è quello che ognuno di noi vuole, non mi pare che ci siano grandi difficoltà nell’intraprendere un cammino ragionato di responsabilità, ognuno nel rispetto del proprio ruolo istituzionale in un confronto civile, sereno e costruttivo. Questa credo non sia solo la mia volontà, in quanto sindaco, e del consiglio comunale, ma soprattutto quella dell’intera popolazione, stanca di conflittualità e di litigiosità che portano a divisioni e rancori spesso sconfinati in fatti personali. Per questo vogliamo un clima sociale, sereno e tranquillo, che porti armonia e crescita civile al nostro paese. Dovremo anche cercare un dialogo, franco diretto e costruttivo con le opposizioni, fuori e dentro il consiglio comunale questo significa guardare al bene comune, questo significa fare il sindaco. Consentitemi di ringraziare il dott. Angelo Salinardi per la capacità e l’intelligenza con la quale è riuscito a guidare e governare questa comunità. Al lui va il plauso di tutti noi ed il ringraziamento della popolazione per il suo operato in difesa e a vantaggio della comunità di Ruoti. In questa ottica va letto anche il suo intervento nel comizio di chiusura della campagna elettorale che, per quanto improvvido ed infelice, lo sottolineo, era soltanto improntato a rassicurare coloro i quali lo hanno ben compreso, perché voi, voi tutti, lo avete conosciuto e gli avete rinnovato ampiamente la fiducia, come si è evinto dai risultati elettorali, essendo stato il più votato tra i candidati consiglieri. Quella fiducia che anch’io ho sempre riposto in lui. Un uomo che si fa prendere dal fervore del fare, senza badare troppo al “politicamente corretto”. Un uomo che, ripeto, io stimo. Un uomo cui saprò ammansire le sue intemperanze, fidandomi del suo aiuto e dell’aiuto che tutti voi saprete darmi perché io saprò indicare una via di azione individuale e collettiva, ma dobbiamo percorrerla insieme. Bisogna riscoprire il nostro territorio, amarlo e rispettarlo, dobbiamo esserne i protagonisti! Proviamo a rendere Ruoti un comune nel quale sia più bello vivere! Non perdiamo questa occasione che Angelo Salinardi ci ha dato, proponendomi quale sindaco di questa comunità, andando controcorrente e facendo una scelta coraggiosa: in quanto donna ed in quanto non del posto; non puntando su una persona proveniente da una famiglia con parentado vasto, come spesso oggi erroneamente la politica è abituata a fare, soprattutto nei piccoli centri, ma puntando sulle competenze, sulle professionalità, su una persona super partes e superando il campanilismo esasperato. Mi giudicherete per quello che farò. La mia priorità sarà la trasparenza e l’accoglienza di ognuno. Due caratteristiche che hanno contraddistinto da sempre la mia attività professionale e anche il mio impegno umanitario che tutti conoscono. A me i compromessi non piacciono, ma vi prometto che farò solo accordi verso l’alto, che ci permetteranno di guardare ad un nuovo orizzonte in cui tutti noi siamo coinvolti in una nuova prospettiva di progresso. Il futuro non è lontano, il futuro comincia adesso. I sogni si nutrono di fatica, la mia e la vostra! Insieme possiamo farcela ne sono convinta. La politica non è improvvisazione, è il frutto di un vissuto e di una esperienza maturata negli anni e nel territorio, nel volontariato e nelle istituzioni, di una donna, ora sindaco, che anche con voi donne ruotesi, saprà mettersi in gioco in un mondo che cambia, riappropriandoci di un ruolo guida per tutto il territorio lucano".