IRSINA: ARRIVANO I MAORI

Irsina il centro della collina materana noto per la madonna lignea di Sant’Eufemia, opera da alcuni attribuita a Mantegna, sta conoscendo una continua e diversificata forma di turismo internazionale, legata all’acquisto di immobili nel centro storico e all’avvio di attività culturali da parte di stranieri. Lo ha reso noto il sindaco del paese, Nicola Morea, che ha citato l’arrivo di neozelandesi e tra questi un artista maori, Joseph Rickit, che ha aperto una residenza per artist...

...i “Arte Italia Tautotoko Maori” Foundation Basilicata con l’obiettivo di favorire gli scambi cultural tra i due Paesi. Alle selezioni hanno partecipato 200 artisti da tutto il mondo e la prima ha cominciato a lavorare a Irsina. “I neozelandesi” ha detto Morea “si aggiungono in ordine di tempo a sudafricani, statunitensi, svedesi, olandesi, belgi e inglesi, questi ultimi due in maggioranza, che costituiscono una comunità di oltre 80 famiglie la metà delle quali vive stabilmente a Irsina. Il loro numero è in crescita. La molla” ha aggiunto il sindaco “che li spinge a prendere casa qui, e tra di loro ci sono pensionati, ma anche professionisti e artisti, è il paesaggio, essendo gran parte del territorio comunale vincolato. E poi la dimensione del vicinato, la buona tavola, l’arte, e la possibilità di fare escursioni”.