Editoriali Precedenti

FONDAZIONE MATERA-BASILICATA 2019: APPROVATO IL BILANCIO

Nel bilancio di previsione un investimento di 7 milioni e 100 mila euro per iniziare a preparare il programma cultural, rafforzare lo staff e consolidare i tre progetti pilastro: Idea, Ods e Build up. Ammonta a 7 milioni e 100 mila euro l’investimento complessivo previsto per il 2017 e approvato all’unanimità dal Consiglio di amministrazione della Fondazione Matera-Basilicata2019 riunitosi avantieri a Potenza. Lo ha reso noto la presidente del Cda, Aurelia Sole... nel corso di una conferenza stampa a cui hanno partecipato il vicepresidente della Fondazione, Angelo Tortorelli, il sindaco di Matera, Raffaello de Ruggieri, il presidente della Provincia di Matera, Francesco De Giacomo, il direttore della Fondazione Paolo Verri e Rossella Tarantino, manager Sviluppo e relazioni. “Il 2017 – ha detto Aurelia Sole - sarà l’anno decisivo per Matera2019 e sarà quasi interamente dedicato alla produzione dei contenuti in partenariato con soggetti regionali, nazionali ed europei. Dopo la biennalità 2015-2016 dedicata allo start up delle attività e alla costruzione delle competenze, attraverso scambi e confronti internazionali, i successivi bienni saranno così articolati: 2017-2018 alla preparazione del programma culturale; 2019-20 alla realizzazione dei progetti, alla loro distribuzione e al loro consolidamento”. A entrare nel merito delle attività programmate per il 2017 è stato il direttore, Paolo Verri. “Entreremo nel vivo dei progetti del dossier di candidatura con la messa a regime dei 3 progetti pilastro già avviati nel 2016: Open Design School, Idea e Progetto Build Up. Entreremo poi nella progettazione di dettaglio del programma culturale con la definizione delle modalità attuative dei progetti in coproduzione e avvieremo la organizzazione delle 4 mostre (una sulle città scavate, una sulla sostenibilità, una sul Rinascimento e una sulla scienza) e dei progetti di rampa suddivisi per i 5 temi del dossier di candidatura”. Tutti i progetti avranno una dimensione regionale, una dimensione italiana con un focus sul mezzogiorno, e naturalmente una declinazione europea. “Lavoreremo – ha aggiunto Verri - sul rafforzamento della dimensione europea e dei partenariati internazionali che produrranno i progetti del programma culturale. Un focus specifico sarà dedicato alle relazioni con Plovdiv, ma anche con il Mediterraneo (nello specifico con la Tunisia, che ospiterà la Capitale Africana dei Giovani nel 2019) e il Giappone, in raccordo anche con azioni della Camera di Commercio già in corso nell’ambito del progetto Mirabilia. Nel 2017 continuerà ad avere una sua rilevanza il coinvolgimento dei cittadini con il rilancio della Community 2019, il progetto Capitale diffusa che coinvolgerà tutti i Comuni della Basilicata e un progetto ad hoc per le scuole. Abbiamo programmato eventi faro su tematiche in cui Matera 2019 ha acquisito anche una leadership a livello europeo, quali tra gli altri le conferenze “cultura e turismo di comunità” più la settima edizione di Materadio con Radio 3 che consentirà anche di mostrare e distribuire via etere le produzioni culturali che emergeranno dai progetti avviati. In materia di comunicazione e marketing e di Fund raising, lanceremo il progetto volto a identificare 19 partner privati, con eventi ad hoc organizzati a Roma e Milano. A tal proposito il piano di comunicazione prevede una campagna articolata e uno stretto raccordo con la Regione e con l’APT per la partecipazione a Fiere. Sempre nel 2017 completeremo le azioni ed i processi volti a costruire e consolidare la struttura organizzativa, gestionale e finanziaria della Fondazione, con uno specifico piano di reclutamento attraverso avvisi pubblici. In tale filone rientrano anche le azioni di fund raising pubblico e finalizzazione degli accordi e delle procedure con i soggetti finanziatori, open data, monitoraggio, valutazione, preparazione report di avanzamento e intervista con la Giuria di Monitoraggio e la Commissione Europea". Dal punto di vista finanziario sono previsti i seguenti contributi: 4.4 meuro da parte della Regione Basilicata (a valere sul Fondo di sviluppo e Coesione, sui fondi strutturali -FSE in primis- e su altri fondi regionali), 1.4 meuro da parte del Mibact, 1.0 meuro da parte del Comune, 100.000 euro da parte di altri enti , compresi da nuovi soci 200.000 euro da parte di privati. Nel ringraziare Simone Tani, consulente del Governo, per l’attenzione riposta verso Matera 2019, e Francesco Palumbo, direttore generale del Mibact, la presidente Sole ha sottolineato la proficua collaborazione istituzionale fra tutti gli enti, a partire dalla Regione Basilicata rappresentata da Elio Manti, su delega del presidente, Marcello Pittella. “Tutti gli interventi – ha detto de Ruggieri - devono avere una stabilizzazione nel tempo. Occorre utilizzare il momento del 2019 in un’occasione stabile sul territorio capace di provocare sviluppo e opportunità. In questo cammino dobbiamo realizzare progetti che si nutrono del territorio e lo espongono alle alleanze con l’Europa e attraverso questo impasto occorre dare nuovi ruoli ai nostri comuni, ai nostri territori. Ricordo che un ordine del giorno approvato dal Consiglio comunale è stato inserito nella legge dello Stato che ci attribuisce importanti risorse economiche. Purtroppo, per la tensione politica legata al referendum, non è passato uno dei nostri emendamenti riguardante il rafforzamento delle unità del Comune di Matera. Ma sono certo che riusciremo a individuare altre strade”. Anche il vicepresidente della Fondazione, Tortorelli, ha espresso soddisfazione per il risultato operativo della seduta odierna del cda. “Con le decisioni intraprese oggi abbiamo riempito di ricchi contenuti il percorso verso il 2019 in cui il mondo delle imprese avrà un ruolo determinante. Ieri pomeriggio – ha aggiunto Tortorelli - abbiamo sottoscritto un protocollo con Plodviv per far incrociare i bisogni e le conoscenze dei rispettivi sistemi produttivi locali”. Per De Giacomo il piano operativo del 2017 “sarà importante per allargare l’orizzonte dei nostri comuni verso il 2019”. Infine, la presidente Sole ha reso noto che nell’ambito del network internazionale la città scelta per il Sud America che collaborerà con Matera2019 è la città di Rosario (Argentina).