Editoriali Precedenti

LA MARCIA DEI LUCANI PER LA CULTURA

I primi incontri operativi sulla “Grande Marcia dei Lucani per la Cultura” si terranno rispettivamente nel Palazzo Baronale di Scanzano oggi, mercoledì 21 settembre, alle ore 17.30 (dove la presentazione sarà coordinata dal vicesindaco e assessora alla Cultura Maria Giovanna Merlo) e a Lauria nella sede del Municipio, giovedì 22 settembre alle ore 10.30. Qui a fare gli onori di casa saranno Lucia Carlomagno e Antonino Amato, assessori alla Programmazione e alla Cultura del comune valnocino. Della Marcia si è iniziato a parlare durante l’evento realizzato a Scanzano il 21 giugno scorso, incentrato sul programma di Turismo Emozionale “Viaggio al Cuore della Vita in Basilicata” quando il sindaco di Scanzano Jonico, Raffaello Carmelo Ripoli - su proposta dell’architetto Tomangelo Cappelli, dell’Ufficio Turismo e Cultura regionale – ha dato la propria adesione per coinvolgere i comuni dello Jonio e organizzare proprio nel centro Jonico, dove si svolse la Marcia dei 100.000 contro le scorie radioattive, la “Grande Marcia dei Lucani per la Cultura” che si terrà nella Primavera 2017, a sostegno di Matera-Basilicata 2019. Immediata anche l’adesione di Angelo Lamboglia, sindaco di Lauria che ha dato la propria adesione impegnandosi ad estendere l’invito ai comuni del Lagonegrese e a quelli di “Basilicata coast to coast”, il film di Rocco Papaleo che così diventerebbe la traccia fondamentale per un Itinerario Emozionale da commercializzare e da utilizzare anche come modello per gli altri itinerari regionali. L’iniziativa si propone di attivare, con la nuova programmazione 2014/2020, un Modello di Sviluppo Eticosostenibile improntato sui programmi regionali “VVV: Vivi una Vita che Vale” e “VCV: Viaggio al Cuore della Vita”, coordinati da Tomangelo Cappelli, che puntano sul Patrimonio Culturale per farne una fonte di ricchezza Etica Estetica Economica. L’obiettivo principale è quello di intercettare i flussi turistici previsti per il 2019 con la promozione di Itinerari Emozionali attraverso pacchetti specifici incentrati sulla rete dei 131 borghi lucani coinvolgendo tutti gli operatori di settore per utilizzare le potenzialità ricettive regionali e dare nuovo impulso all’occupazione nei settori della cultura, arte creatività, spettacolo, enogastronomia, artigianato. Nei primi incontri operativi a Scanzano e a Lauria si parlerà anche di una serie di Azioni (laboratori ed eventi emozionali, progetti di prevenzione socio-sanitari, piani di comunicazione, incontri esperienziali con utilizzazione di materiali multimediali didattico-educativi, etc.) che saranno attivati quanto prima per avviare un profondo e radicato processo di sensibilizzazione culturale che dovrà coinvolgere tutte le componenti sociali, alla presenza di rappresentanti del MIBACT, MIUR, Istituto Nazionale d’Architettura, CGIL, CISL e UIL, UNPLI Basilicata, Comuni Lucani della Costa Jonica e Tirrenica, CEAS il Giglio Marino, Scuole e Associazioni