Editoriali Precedenti

EPISODI CRIMINOSI: RIUNITO IL COMITATO INTERFORZE

Riunione del comitato tecnico di coordinamento interforze, alla presenza dei vertici delle forze di polizia e del sindaco di Policoro, Rocco Leone, nella mattinata di ieri a Matera in Prefettura, su coordinamento del Prefetto, Antonella Bellomo. Al centro del vertice la situazione della sicurezza pubblica del comune jonico, – si legge in una nota della Prefettura – in relazione all’episodio di esplosione di colpi di arma da fuoco verificatosi nella serata del 2 settembre scorso in danno di un esercizio commerciale di Policoro. Dopo aver evidenziato l’andamento complessivo dei reati in calo in quel territorio e l’espletamento da parte delle forze di polizia presenti di una costante attività di prevenzione e repressione anche con servizi straordinari, il Sindaco di Policoro Rocco Leone – si legge sempre dalla nota della Prefettura – ha ricordato che l’amministrazione comunale di Policoro ha in fase di realizzazione un sistema di videosorveglianza che sarà installato nelle principali piazze e vie cittadine. In detta riunione è stata annunciata anche l’intensificazione di tutte le attività di prevenzione, nonché una maggiore visibilità delle forze di polizia. Nel contempo, il sindaco di Policoro è stato invitato a sensibilizzare i cittadini per maggiori forme di collaborazione. Nel medesimo incontro – informa ancora la nota – è stato esaminato l’episodio di deflagrazione in danno di una pizzeria, a Matera, la notte di sabato 3 settembre; anche in questo caso è stata disposta una ulteriore intensificazione dei servizi di controllo del territorio. “La sicurezza” ha detto il prefetto Bellomo “è patrimonio di tutti e ogni utile elemento, ritenuto marginale, può essere utile per le indagini e per rafforzare il lavoro di prevenzione sul territorio. Il Metapontino conta su due compagnie dei Carabinieri che sono state rafforzate nel periodo estivo e sui presidi di Polizia”. Per entrambi gli episodi, sia quello di Matera che quello di Policoro– ha detto in chiusura il Prefetto Antonella Bellomo – non si esclude nessuna pista ma nulla di concreto è stato ancora appurato dagli organi inquirenti.