Editoriali Precedenti

AL VIA "MATERA èFIERA"

Alle 17.30 di ieri, in Piazza della Visitazione a Matera, alla presenza dei responsabili di Mef Srl, società promotrice ed organizzatrice dell’evento fieristico, delle autorità cittadine, provinciali e regionali e dei rappresentanti delle aziende espositrici, si è tenuta a battesimo la VII edizione di “Matera è Fiera”, in programma sino al 4 settembre. “Dal 2010 la manifestazione fieristica” ricorda l’ufficio stampa “ha registrato un costante quanto significativo trend di crescita: dagli 80 spazi espositivi e circa 20.000 visitatori della prima edizione, si è passati a 250 stand ed oltre 50.000 presenze nel 2015”. L’incremento esponenziale, sia in termini quantitativi che qualitativi per via di un’offerta espositiva sempre più consona ed in sintonia con le richieste del mercato, è stato anche favorito dall’elezione di Matera a Capitale Europea della Cultura 2019. Alla rinnovata partecipazione delle aziende presenti nelle passate edizioni nella misura del 55%, è il dato relativo agli espositori provenienti da fuori regione che rappresentano il 42% del totale degli imprenditori in fiera quest’anno. “Matera è Fiera” potrà vantare la presenza di numerose aziende giunte da Lombardia, Lazio, Friuli, Campania, Puglia, Calabria, Sicilia e naturalmente Basilicata. Inoltre, per la prima volta sarà ospitata un’azienda tedesca, a testimonianza dell’appeal esercitato dal “brand Matera” in tutti gli ambiti. Nel corso di una conferenza stampa i promotori della manifestazione hanno annunciato che metà degli introiti della vendita dei 25 mila biglietti della lotteria “Vinci in fiera”  saranno utilizzati per finanziare progetti e iniziative di solidarietà per le comunità dell’Italia centrale colpite dal sisma del 24 agosto scorso. La raccolta di fondi con la vendita di biglietti, al costo di due euro, sta coinvolgendo – da quanto si è appreso – la filiera di referenti delle aziende. I promotori hanno precisato, inoltre, di non aver ancora deciso per motivi di opportunità i progetti di intervento, ma di volerli legare ai bisogni delle fasce sociali deboli a partire da bambini e anziani, contattando enti e associazioni di volontariato. La lotteria ha messo in palio un’autovettura, un divano e una crociera per due persone.