MATERA: I LAVORI DEL CONSIGLIO COMUNALE

Il Consiglio Comunale di Matera, convocato per avantieri mattina, prevedeva la discussione di importanti punti all’Ordine del giorno, quali la variazione al Bilancio di previsione 2016 (in termini di competenza e cassa) più il riconoscimento di debiti fuori bilancio...

...l’approvazione del Documento Unico di Programmazione per il triennio 2017-2019, la rideterminazione del piano economico finanziario e relative tariffe della Tari in riduzione per il 2016 e la salvaguardia degli equilibri di bilancio e assestamento per il 2016 – 2018. Ma gli scogli di natura “politica” hanno costretto a rimandare la discussione alla seconda convocazione, quella di martedì 2 agosto alle ore 09.00.  Diversi gli assenti nei banchi di maggioranza e di opposizione, in alcuni casi giustificati da motivi personali. La seduta è cominciata con una comunicazione “ufficiosa” del presidente dell’Assemblea Tortorelli: “chiedo ai capigruppo di fermarsi dopo la seduta per concordare il prossimo consiglio prima della pausa estiva (che avverrà dal 9 al 21 agosto)”. All’appello, chiamato prima del minuto di silenzio in memoria delle vittime della tragedia ferroviaria pugliese mancano i consiglieri: Lapolla, Rubino, Buccico, i due Antezza (uno di maggioranza l’altra di opposizione), L’Episcopia,, Scarola, Iacovone (Antonio), Alba e Materdomini. Prende la parola il capogruppo del PD, Adduce per rassicurare:  “Abbiamo depositato la richiesta sulla discussione che chiamiamo con la parola di uso comune ‘crisi di maggioranza De Ruggieri’ ma non abbiamo intenzione di fare ostruzionismo, sopratutto in considerazione della necessità di procedere sull’ordine del giorno. “Certo - ha sottolineato - non potremo non fare valutazioni in corso d’opera. Quindi pur potendo agire diversamente consentiremo di far svolgere almeno all’inizio il consiglio comunale”. Ad Adduce ha risposto de Ruggieri: “Debbo solo precisare che venerdì sera c’è stata una riunione della maggioranza, e comunica ai presenti (al di là delle ‘soffiate esterne) “si è deciso di dare una conferma all’adesione gestionale e politica oltre che per la rimodulazione della Giunta Comunale”. Dunque segnali di guerra per de Ruggieri “non ce ne sono”. Ci sono solo, per il sindaco “situazioni legate a impegni personali o di tipo stagionale che creano condizioni di qualche assenza (e cita come esempi il consigliere Buccico impegnato fuori Matera e L’Episcopia a Cracovia per impegnato con il volontariato cattolico). A questo punto è il sindaco che chiede una sospensione di dieci minuti “per una verifica della disponibilità dei consiglieri per evitare l’accavallamento di situazioni politiche che potrebbero intralciare la discussione degli odg amministrativi”. Al voto, viene decisa dunque a maggioranza  la sospensione e l’aggiornamento dei lavori in seconda convocazione (da trmtv.it-Donato Mola).