Editoriali Precedenti

INQUINAMENTO COSTA MOLINA 2: SI SAPEVA?

Nel 2001, l’Eni presenta una segnalazione d’inquinamento del piazzale che riguarda il pozzo di reiniezione Costa Molina 2, sito in Val d’Agri nell’agro di Montemurro, poi finito nell’inchiesta sul petrolio lucano della Procura di Potenza. Nel maggio 2010, la stessa multinazionale invia al Comune interessato e alla Regione Basilicata, copia del “Piano di indagine ambientale dei terreni profondi – Area Pozzo Costa Molina 2”... ...ma a distanza di 5 anni, nel 2015, il Dipartimento regionale Ambiente chiede il rinvio di una conferenza di servizi per affrontare il problema motivandolo con la mancanza di tali indagini integrative oltre che della relazione conclusiva degli interventi di bonifica eseguiti. Una assenza documentale, confermata ulteriormente dalla terza richiesta del comune potentino di poter avere una copia. A compiere la cronistoria e sollevare relativi dubbi è il segretario dei Radicali lucani Maurizio Bolognetti, il quale ha convocato una conferenza stampa per accusare gli enti coinvolti e presentare il nero su bianco a testimonianza dell’accaduto. “E’ sconcertante che gli enti preposti abbiano nascosto la vicenda – ha dichiarato agli organi d’informazione – non sono sorpreso della recente inchiesta e mi auguro che si arrivi presto ad una conclusione positiva.”