Editoriali Precedenti

MATERA&DESIGN

Design fra creatività e progettazione delle comunità e del futuro. All’insegna di questo temi si è sviluppato ieri il confronto del workshop su “Matera&design” organizzato dal’assessorato comunale all’Innovazione e Pianificazione strategica, nel corso del quale sono state illustrati tesi e progetti... ...per innovare prodotti pubblici e privati, comportamenti e azioni dei cittadini, delle imprese e dei decisori pubblici. Nella sua introduzione l’assessore Giovanni Schiuma ha sottolineato tra l’altro: “Il concetto di design è oggi un concetto molto ampio, legato allo sviluppo economico e sociale delle città, di vera e propria innovazione sociale”. Particolarmente coinvolgente l’intervento di Jorg Rainer Noenning, direttore del Laboratory of knowledge arci-tecture di Dresda il quale ha illustrato meccanismi e metodologie per la creazione di progetti produttivi, per la condivisione di visioni e iniziaitve che uniscono esigenze, politiche di sviluppo all’interno di un percorso di innovazione dei percorsi creativi. Numerose le provocazioni e gli stimoli giunti dal docente tedesco, esperto in progettazione di Campus universitari, cui è seguito l’intervento della prof.ssa Mariavaleria Mininni, docente di architettura del Dicem dell’Università di Basilicata. Il conrfonto operativo è nato in particolare dagli interventi dei due imprenditori Marco Mutinati e Francesco Paolicelli. Il primo, ha descritto Matera come città del design e nella quale fare design, luogo di rappresentazione della creatività. Matera deve diventare città e casa dei designerdi tutto il mondo in cui progettare e confrontarsi anche per creare nuova imprenditoria. Francesco Paolicelli ha poi descritto il progetto “Casa Matera” che ha visto designer lavorare insieme con imprese del luogo un progetto, questo, sviluppato nell’arco di 18 mesi che da un lato ha innalzato l’immagine di Matera e del valore aggiunto dei prodotti e dall’altro ha dimostrato come le imprese possano lavorare insieme. Il design - ba aggiunto - modo nuovo attraverso cui le imprese creano prodotti già rivolti alla domanda di mercato. Per questo bisogna fare in modo che Matera sia contenitore e spazio in cui il design sia motore dell’incubazione d’impresa con laboratori operativi per sperimentare e progettare”.